Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

In questi cinque anni di Consiglio Comunale ho vissuto un'esperienza entusiasmante, consapevole dei cambiamenti che siamo stati in grado  di accompagnare e stimolare. Sono orgoglioso di aver di aver fatto parte di un’Amministrazione che non è stata minimamente toccata dagli episodi di malcostume e illegalità che avevano caratterizzato le giunte precedenti.

Ovviamente il mio non è un bilancio di sole luci.  Ci sono stati momenti difficili e delusioni; momenti in cui, per atteggiamenti troppo timidi, per inesperienza, o per certi vizi di autoreferenzialità della politica, non siamo stati in grado di dare la giusta rappresentanza ai bisogni di chi con tanto entusiasmo e partecipazione ci aveva portato ad amministrare la Città.

Nel mio ruolo di Capogruppo del Partito Democratico mi sono speso con molta energia per assicurare equilibrio e  coesione alla coalizione che ha sostenuto la Giunta; a volte con la fatica  e il peso di dover sacrificare il mio personale punto di vista per il conseguimento degli obiettivi collettivi.

Mi ricandido con lo stesso entusiasmo, con maggiore  consapevolezza del lavoro istituzionale e con la maturità acquisita in  questi 5 anni di amministrazione.

Il mio personale obiettivo è quello di non lasciare che Milano e i suoi valori di cittadinanza possano tornare indietro; per la legalità, la buona amministrazione e  per uno sviluppo della città fondato  sulla ricerca del bene comune e degli interessi collettivi.

municipi

 

Una città policentrica

A Milano ci sono quartieri che chiedono più servizi, più verde, più cura e manutenzione. Dobbiamo superare la contrapposizione centro/periferia per sviluppare una città con più centri vitali, nei quali investire per il recupero degli edifici e dei servizi al cittadino, per l’aumento delle aree verdi e delle attività culturali, dove sperimentare microaree pedonali, per incontrarsi e condividere servizi e bisogni.

La neonata Città metropolitana deve essere effettivamente uno strumento per gestire e organizzare razionalmente i servizi e la spesa pubblica, facilitare il modo di muoversi, promuovere politiche per tutelare il nostro ambiente. Per raggiungere questi risultati è necessario renderla più robusta dotandola di poteri e risorse.