Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Le cerimonie per la posa delle pietre d'inciampo di fronte alle abitazioni delle persone deportate e uccise che si sono svolte in questi giorni sono state occasioni preziose per ricordarci che quelle tragedie sono accadute qua, nei luoghi che attraversiamo tutti i giorni.

Non in un'era e un luogo lontanissimi. Qua, 75 anni fa. E che anche allora, come ci ha ricordato Liliana Segre, si pensava che non potesse accadere.

Mi ha molto colpito la commozione dei familiari presenti e la partecipazione degli studenti.