Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Sono giorni ricchi di iniziative per fare memoria e riaffermare i valori antifascisti alla base della nostra Costituzione e della Repubblica.
Abbiamo ricordato i cento anni dal primo assalto squadrista alla sede dell'Avanti, scoprendo un totem in via San Damiano e poi con un convegno presso l'Archivio di Stato.

Buon "Festival dei Beni confiscati alle mafie" a tutti e a tutte!
Una bella occasione per conoscere meglio e più a fondo cosa è la mafia oggi e anche tante storie ed esperienze di riscatto e rigenerazione.

Oggi in piazza San Sepolcro, luogo della prima adunata dei fasci di combattimento, cento anni dopo, ci siamo confrontati sulla nascita del Fascismo. 

Cultura e turismo sono parole unite da un legame antico e profondo. Oggi decliniamo il turismo in vari modi: turismo di piacere e svago, di affari, religioso o sanitario.

Il mio discorso per il 171° anniversario delle Cinque Giornate: 

"Oggi Milano è in festa. La nostra città festeggia e ricorda uno dei momenti più gloriosi e al tempo stesso drammatici della sua storia.

Oggi pomeriggio, a Palazzo Marino, abbiamo conferito il Primo premio Don Tonino Bello a Don Luigi Ciotti. Un'occasione per rinnovare il bisogno di esempi positivi e di scelte nette e radicali.

Il tema di quest'anno è "L'umanità a un bivio. Europa e Africa tra indifferenza e responsabilità".

Oggi abbiamo ospitato a Palazzo Marino l'anteprima del documentario "Mai più. Strage Lamina, un colpo al cuore alla Milano del lavoro". Grazie a Fiom Cgil Milano e Camera del lavoro di Milano.

La mia intervista a "Noi 2" su multiculturalismo, disuguaglianze, integrazione multietnica in una prospettiva europea.

Un importante incontro, molto vivo e partecipato, sull'istituto della messa alla prova minorile. Dati, evoluzione, buone pratiche e applicazione a reati gravi quali reati associativi, a 30 anni dall’entrata in vigore del DPR 448/1988.

Ambasciatrice Amref e simbolo della battaglia contro le mutilazioni genitali femminili. "Milano portavoce del suo messaggio"

Questa mattina, davanti a una platea di 600 studenti, Svetlana Brotz, cardiologa bosniaca, onorata al Giardino dei Giusti di Milano per il suo lavoro di riconciliazione, ci ha raccontato che pochi anni prima dell'esplosione del conflitto nei Balcani, studentessa di medicina, aveva deciso di non studiare "medicina di guerra".

Alla Fondazione Feltrinelli, nell'ambito delle iniziative promosse da Milano 2046, si è tenuto un incontro con Alessandro Rosina, membro del Comitato di indirizzo del laboratorio. Rosina ha approfondito le più rilevanti questioni demografiche e il loro impatto sul futuro della città.

Oggi Milano ha rinnovato la memoria e l'omaggio alle vittime del nazifascismo davanti ad uno dei luoghi simbolo di quegli orrori.

Un totem per ricordare e far conoscere uno straordinario luogo di resistenza, solidarietà e cultura: la Scuola ebraica di via Eupili, che ha accolto bambini e bambine, ragazzi e ragazze, docenti ebrei espulsi dalle scuola statali in seguito alle leggi razziali.