Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

La sfida al confronto lanciata da Gabriele Nissim, sul ruolo e sull’identità di Gariwo, è molto importante in quanto muove dalla consapevolezza che il momento storico che stiamo attraversando, così delicato e anche denso di preoccupazioni, vive una crisi che non è congiunturale ma nasce da una trasformazione profonda, da un cambiamento epocale in cui il vecchio mondo che conoscevamo sta per essere sostituito da uno nuovo.

Ieri Milano ha saputo esprimere il meglio di sé con due momenti di rara intensità e tensione civile in occasione del quarantesimo anniversario dell'omicidio di Giorgio Ambrosoli.

Ho partecipato, portando i saluti del Comune di Milano, insieme a Carlotta Sami, portavoce dell'UNHCR per il Sud Europa e a Simona Giroldi, direttrice sociosanitaria Ospedale Niguarda, a questa importante iniziativa: una serata dedicata allo spettacolo / progetto "Io ero io".

Il Premio Giorgio Ambrosoli 2019 è stato assegnato oggi al Piccolo di Milano, con una cerimonia davvero intensa e fonte di grande ispirazione e tensione ideale si è parlato di Responsabilità, Integrità e Professionalità. Tre chiavi fondamentali per affrontare i compiti e le responsabilità che ciascuno è chiamato a svolgere nella società.

Oggi abbiamo presentato in Sala Alessi la quarta edizione della Mappa dell'Intolleranza, realizzata da VOX diritti. E' stata una straordinaria occasione per diventare ancora più consapevoli della rilevanza e crescita dei discorsi d'odio online.

Questa mattina abbiamo presentato la "Milano Summer School sul benessere e la sostenibilità delle città". Sono davvero molto orgoglioso del lavoro fatto e molto grato per il grande impegno di tanti che ci ha portato a concretizzare questo progetto.

Ho avuto il grande onore di introdurre e portare i saluti della città di Milano alla European Social Conference che quest'anno si tiene nella nostra città.

Le parole del Presidente Mattarella e il discorso del Prefetto Renato Saccone hanno dato un valore particolare a questo 2 giugno.

Una giornata intensa e molto sentita a Brescia, per fare memoria, chiedere giustizia per tutte le stragi e le vittime della violenza politica e per stare accanto ai familiari delle vittime.

Festival dello sviluppo sostenibile. Una bellissima mattina, ieri, al Teatro Strehler con quasi 500 studenti, per confrontarci su cambiamento climatico, scelte da fare, impronta ambientale di ciascuno di noi e "equilibrio" socio-ambientale.

Ieri il ricordo della strage di Capaci, dopo l'incontro di fronte ai giardini Falcone Borsellino, è stato giustamente dedicato al ricordo di Francesca Morvillo in un intenso momento alla Casa della Memoria Milano.

Il Premio Nobel per la pace 2018 Denis Mukwege, oggi a Milano, con grandissima forza ha chiesto a tutti noi di pretendere giustizia per i sei milioni di morti in Congo e per le decine di migliaia di donne e bambine e bambini vittime di stupri di guerra.

Questa mattina abbiamo presentato insieme al Presidente del Consiglio comunale di Brescia Roberto Cammarata un importante e bellissimo progetto che vede coinvolti i nostri due Comuni, insieme alle Associazione dei familiari delle vittime rappresentate da Carlo Arnoldi e Manlio Milani, 50 anni dopo la strage di Piazza Fontana e 45 anni dopo quella di Piazza della Loggia.

Questa mattina in aula consiliare abbiamo ospitato il momento di chiusura di un bellissimo progetto: Mediterraneo. Lo specchio dell'Altro.

Anche oggi protagonisti sono stati i ragazzi e le ragazze provenienti da tutta Italia: oltre 300 scuole coinvolte, 1000 elaborati, percorsi di studio e memoria per promuovere responsabilità e contrastare l'indifferenza.