Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Una Milano bellissima per Liliana Segre. Milano non odia.

Ecco le parole che ho scelto:

Amos Oz – Contro il fanatismo

"Nessun uomo e nessuna donna è un'isola, siamo invece tutti penisola, per metà attaccate alla terraferma e per metà di fronte all'oceano, per metà legati alla famiglia e agli amici e alla cultura e alla tradizione e al paese e alla nazione e al sesso e alla lingua e a molte altre cose.

Mentre l'altra metà chiede di essere lasciata sola, di fronte all'oceano.

Credo che ci si debba lasciare il diritto di restare penisola. Ogni sistema sociale e politico che trasforma noi in un'isola darwiniana e il resto del mondo in un nemico o un rivale, è un mostro.
Ma al tempo stesso ogni sistema sociale, politico e ideologico che ambisce a fare di ognuno di noi null'altro che una molecola di terraferma, non è meno aberrante.

La condizione di penisola è quella congeniale al genere umano.
E' quello che siamo e meritiamo di restare.

Così, in un certo senso, in ogni casa, famiglia, in ogni relazione umana, stabiliamo un contatto con un certo numero di penisole, e faremmo meglio a rammentare tutto questo, prima di tentare di foggiare l'altro, di farlo voltare e pretendere che imbocchi la nostra strada quando invece ha bisogno di trovarsi di fronte all'oceano, per un certo tempo".