Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

W la libertà I Milanesi a Reggio...
Romano Prodi: "Ponzio Pilato è diventato il modello della nostra vita collettiva. Io sono un ciclista e fino a vent'anni fa sulle fontane c'era scritto 'Acqua potabile' o 'Acqua non potabile'. Oggi invece trovo scritto 'Acqua non sottoposta a controlli' e questo è il simbolo di una struttura collettiva che non ha più nemmeno il coraggio di dire se l'acqua è pulita". Siamo di fronte a un sistema politico così pieno di regole che nessuno si sente più in grado di prendere le decisioni". Un potere burocratico, direbbero gli psicologi sociali, incapace di assumersi responsabilità.
In questo contesto economico e di incertezza normativa, il rinvio del bilancio a settembre è stata una scelta giusta, per consentire al Consiglio comunale di deliberare in un quadro più certo e, soprattutto,  per scongiurare il ricorso alla leva fiscale grazie all'auspicata revisione della fiscalità locale. Ribadiamo infatti che l'intero gettito della fiscalità locale debba rimanere agli enti locali per consentire scelte e misure a tutela delle fasce della popolazione più vulnerabili. Il gruppo consiliare del Partito democratico lavorerà nelle prossime settimane per affermare il principio dell'equità, proponendo per quanto possibile, progressività nelle aliquote e nelle tariffe.
5 giugno
Un riassunto della serata. Il Pd che Vorrei. Il mio intervento: un PD ospitale, trasparente, razionale. I contributi di Carlo, Paola, Diana e Stefano. Le conclusioni di Civati.
In una prolungata stagione di difficoltà economica e deficit strutturale, come quella che il nostro Paese sta vivendo da anni, non è possibile aggiungere incertezze legislative e contabili alle finanze degli Enti Locali, già stressate da patti di stabilità e regole fiscali poco rispettose della loro autonomia. Ed invece, nel periodo in cui i Comuni devono predisporre il bilancio 2013, il Governo non riesce a sciogliere le incertezze legate all'IMU, che forse verrà mantenuta, che forse verrà rinviata, che qualcuno chiede addirittura che venga restituita per la parte del 2012..... Nel frattempo, il Comune di Milano, e con esso migliaia di altri, non sono in grado di chiudere il proprio bilancio. Perché di questo si tratta: a Milano, per far tornare i propri conti, basterebbe avere a disposizione l'intero gettito IMU pagato dai milanesi (nel 2012 corrispondente a oltre 1 miliardo di Euro, di cui sono rimasti a Milano solo 700 milioni). Perché ulteriori tagli ai servizi, oltre a quelli già stabiliti, non sono né ipotizzabili, né tollerabili. Perché aumenti delle tariffe devono essere scongiurati. Perché aumentare l'Irpef ed estenderla a più fasce di contribuenti è decisione che penalizzerebbe economicamente i cittadini milanesi in un momento già molto difficile. L'unica soluzione sensata, rispettosa dei Comuni e dei loro abitanti, è, pertanto, dal parte del Governo, quella di dare certezze sull'IMU, lasciando ai Comuni stessi l'intero importo di quanto corrisposto dai cittadini e la possibilità di rimodularla in modo più equo.  
Mercoledì 8 maggio, alle ore 20,45, presso l'aula magna del Museo di Storia Naturale in corso Venezia, 55 (MM Palestro) Una serata di confronto sul mio lavoro in consiglio comunale e sulla città. Faremo il punto sui due anni trascorsi, ma soprattutto sui prossimi. Spero di vedervi!
Apprezziamo il percorso proposto dall'Assessore Balzani e il coinvolgimento dei capigruppo in questa fase di preparazione della proposta della Giunta sul Bilancio preventivo 2013. Tra poco toccherà al Consiglio Comunale. Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico lavorerà con serietà, in particolare su quattro punti: - Valuteremo i tagli proposti, la strategia a cui rispondono e le loro conseguenze. - Faremo delle proposte, anche sullo sviluppo. - Punteremo la lente di ingrandimento sulle spese correnti. - Gli interventi e le proposte dovranno salvaguardare le fasce più deboli della popolazione. Lamberto Bertolé - Capogruppo Partito democratico
Di fronte alle ultime vicende, le dimissioni del Presidente dell’AMSA e la mobilitazione dei lavoratori preoccupati per la salvaguardia occupazionale, ci sembra utile che A2A fermi le procedure di approvazione del piano industriale e si apra un tavolo di confronto tra il Comune di Milano, A2A, AMSA (chiedendo a Sonia Cantoni di sospendere l’effetto delle sue dimissioni), e i rappresentanti dei lavoratori. I dubbi e le perplessità sull’ “impoverimento” di AMSA e sulla tutela dei posti lavoro sono importanti e da tenere in assoluta considerazione. Ed è necessario entrare nel merito di questi problemi dando maggiore informazione e favorendo il massimo confronto. Questo nell’interesse della città, dei suoi cittadini e dei suoi lavoratori. Lamberto Bertolè, Capogruppo Gruppo PD Carlo Monguzzi, Presidente Commissione Ambiente
Ieri, al termine di una giornata molto difficile (come potete immaginare...) il consiglio ha approvato una mozione a firma mia e del collega Mattia Calise che impegna la giunta ad aderire alla campagna Salviamo il paesaggio. Il Comune si impegna ad intraprendere un censimento degli immobili sfitti e inutilizzati, nell'ottica di riqualificare l'esistente e contrastare il consumo di suolo. Un bel segnale.
http://www.youtube.com/watch?v=lPvcAmh5D8w&feature=youtu.be Domenica e lunedì, finalmente, voteremo. Non tutti sanno che alle elezioni regionali non si vota con il Porcellum ed è possibile dare una preferenza. Molti, oltre il 70%, non conoscono nessun candidato e non indicano nessun nome. E’ un peccato, perchè si perde l’occasione di scegliere non solo una lista, ma anche di sostenere una persona in grado di rappresentarci meglio. Sappiamo tutti bene quanto le persone, con la loro storia, nelle istituzioni (e non solo) possono fare la differenza. Personalmente ho scelto di votare e sostenere con grande convinzione Diana De Marchi, una donna di scuola, competente e combattiva, candidata per il Partito Democratico. Buon voto a tutti!

La si potrebbe definire una seduta interlocutoria. Abbiamo apprezzato che il Presidente di Aler abbia cambiato idea, chiesto scusa e abbia deciso di proseguire i lavori con la Commissione Casa e Demanio e Antimafia, ci ha stupito che non fosse presente l’avv. Ippolito Direttore Generale di Aler.

Non tutti i temi all’ordine del giorno sono stati affrontati. Da affrontare ancora le procedure negli appalti gestiti da Aler e dalle due aziende partecipate, per ciò che concerne le strategie di contrasto agli interessi mafiosi. Il Presidente ha accennato ad un cambiamento nelle procedure, all’utilizzo di Consip per gli appalti gestiti da Csi srl, partecipata di Aler. Ma non ha descritto i cambiamenti, i motivi che hanno portato a queste scelte e se siano state ravvisate responsabilità all’interno dell’azienda. Proprio sul tema delle due srl di Aler, Asset e Csi non si è riusciti ad approfondire la bontà economica di tale scelta e le strategie messe in atto da queste aziende per gli appalti e le vendite che gestiscono. Chiarimenti sono giunti in merito alla mancata revoca dell’appartamento di via Bronzetti a Teresa Costantino, chiarimenti sono giunti in merito all’assunzione di Orazio Di Chiano, coinvolto e condannato per fatti relativi ad attività di spaccio di sostanze stupefacenti e per questi fatti secondo le forze dell'ordine vicino al boss Santo Pasquale Morabito. Su questo secondo aspetto i chiarimenti paiono poco coerenti. Zaffra si è preso la responsabilità della segnalazione, ha parlato delle opportunità che è bene dare anche a pregiudicati, ma non si è compreso proprio perché a fronte di questi pensieri il Di Chiano sia stato poi licenziato.
È stato chiesto al Presidente di approfondire la questione relativa all’Organismo di Vigilanza legge 231/2001. Capire come mai in un periodo così delicato e difficile per Aler (condanne a Fronti e Deola, arresto di Zambetti e assunzione di Teresa Costantino, indagine Kaleidos e l’arresto di Monica Goi), l’Odv si disgreghi per ipotizzati diversi orientamenti su interpretazioni giuridiche. La stessa designazione nel nuovo Odv di dirigenti della Regione, motivata dall’approssimarsi del termine del mandato del Cda, appare impropria. Già la Regione svolge controllo su Aler o dovrebbe farlo, l’Odv deve essere per forza terzo. Non si possono creare corti circuiti tra controllori e controllati.
Il lavoro di approfondimento non si chiude oggi. Assegnazione di Aler degli alloggi fuori Erp, appalti e gare per bene e servizi, devono ancora essere affrontati con attenzione prima di passare al rinnovo dell’assegnazione della gestione delle case di edilizia residenziale pubblica del Comune di Milano.
La gestione delle case popolari è delicatissima. Esigiamo trasparenza, rigore nelle scelte, corretta amministrazione di un bene così importante.
Lamberto Bertolé - presidente commissione Casa, Demanio e Lavori Pubblici
David Gentili - presidente commissione Antimafia

"La visita e le parole del Presidente Napolitano riportano ancora l'attenzione sulla situazione gravissima delle carceri, situazione che era a tutti già nota e aveva indotto a celebrare un Consiglio comunale a San Vittore e, in tale data, a istituire il Garante delle persone ristrette.

Sono primi segnali, adesso però occorre affrontare il problema per quello che ci compete, cercando di far si che non solo la situazione delle celle sia vivibile, ma che non ci sia più nessun detenuto che non possa accedere ai benefici penitenziari per la mancanza di possibilità lavorative o abitative.
Questa e' la vera scommessa che un'amministrazione può cercare  di portare  avanti per dare seguito alle sacrosante parole del Presidente Napolitano".

Lamberto Bertolé - Presidente Sottocommissione Carcere del Comune di Milano

Mirko Mazzali - Vicepresidente Sottocommissione Carcere del Comune di Milano

Mancano tre settimane alle elezioni del 24 e 25 febbraio. Nei prossimi giorni parteciperò e/o promuoverò alcune iniziative per dare un contributo in termini di proposte e attenzione a temi a me cari. Oggi, lunedì 4: - alle 12,30 parteciperò alla conferenza stampa di lancio della campagna "Carcere, diritti e dignità". Si tratta di una settimana di iniziative  che abbiamo promosso per portare all'attenzione di tutti e, ovviamente, della politica, la situazione intollerabile delle nostre carceri. Sul blog http://carceredirittiedignita.wordpress.com potete trovare dettagli e, soprattutto, aderire al nostro appello. - alle 18,30 insieme a Diana De Marchi, candidata Pd alle elezioni regionali che sostengo con grande convinzione, parleremo di "Territorio e politiche sociali" (Le Troittor, piazza XXIV maggio). Se volete conoscere meglio Diana potete consultare il suo sito: http://www.dianademarchi.net Giovedì 7: - alle 17, al Castello Sforzesco, con Stefano Boeri parliamo della Pietà Rondanini e della sua esposizione nel Panottico del Carcere di San Vittore prima di essere trasferita nella sua sede definitiva, l'Ospedale spagnolo del Castello. Chi volesse partecipare può scrivermi, per conferme e dettagli su questa iniziativa. Venerdì 8: - alle 18, a Palazzo Reale, evento conclusivo della campagna "Carcere, diritti e dignità", in cui raccoglieremo proposte concrete da tutti i partecipanti. Martedì 12: - alle 18, all'Umanitaria (sede da confermare), con Marilisa D'Amico parleremo (ancora) di carcere, pene alternative e diritto Mercoledì 20: - alle 20,30, a Bergamo, con Don Gino Rigoldi, a sostegno di Umberto Ambrosoli